copertina

Giada Mattarucco

Prime grammatiche d'italiano per francesi(secoli XVI-XVII)


€ 40


Il volume inizia con l'analisi dell'opera di Jean-Pierre de Mesmes, un erudito legato alla Pléiade, «La grammaire italienne» del 1549, prima grammatica a stampa per una lingua moderna in Francia e per l'italiano in Europa, e arriva fino alla «Nouvelle méthode» di Port-Royal, pubblicata anonimamente da Claude Lancelot nel 1659, in una Parigi ancora filoitaliana. Autori, fonti, destinatari e scopi e di queste due e di altre otto grammatiche edite nel Seicento sono studiati nel quadro della diffusione della lingua e della cultura italiana oltralpe e rispetto ai trattati di italiano per i letterati della penisola, alle grammatiche di francese e agli antecedenti grammaticali latini. In particolare, viene analizzato il modello di italiano proposto ai lettori francesi, attraverso esempi inventati ad hoc, tratti da opere letterarie e da altri manualetti.


Libri correlati

nella stessa collana

La lingua degli angeli

La lingua degli angeli

L'autore illustra la presenza della lingua italiana fuori d’Italia da tre punti di vista che si comp...

L'italiano lingua popolare

L'italiano lingua popolare

Quali erano le forme della comunicazione scritta e parlata dei “senza lettere”, ossia della gente co...