Firenze e la lingua italiana

Atti, Firenze, 29 settembre - 2 ottobre 2016

A cura di Claudio Marazzini e Annalisa Nesi

La X edizione della Piazza delle Lingue (2016) ha offerto l'occasione per una riflessione su Firenze e la lingua italiana, un rapporto secolare, che oggi trova nuove prospettive in ambito sia nazionale sia regionale. Il volume raccoglie contributi di studiosi che hanno affrontato momenti e aspetti particolari della speciale relazione fra italiano e fiorentino, cogliendone le dinamiche in diacronia e in sincronia. Ci si sofferma così sull'affermazione, non priva di opposizioni, del fiorentino, sull'uso nella canzone e nel cinema, sulla sicurezza linguistica dei fiorentini, e più in generale dei toscani, che cominciano solo ora ad avvertire lo scarto del loro parlato dalla lingua. Si dà conto inoltre di un incontro con alcune istituzioni di carattere nazionale con sede a Firenze, che ha consentito, fra l'altro, di entrare nell'officina del Nuovo soggettario (Biblioteca Nazionale in collaborazione con la Crusca) e di affrontare il tema della lingua giuridica. Chiude il volume un dialogo con artisti toscani che, attraverso le loro autobiografie, mettono in relazione la fiorentinità o la toscanità linguistica originaria con la lingua del teatro e della comunicazione artistica in genere.

Libri correlati

NELLA STESSA COLLANA

L'italiano e il cibo

Il volume raccoglie gli Atti della Piazza delle lingue 2015, la manifestazione annuale dell’A...

L'italiano elettronico

L'italiano elettronico oggetto di questo volume, che presenta gli Atti della Piazza delle Lingue 201...

Lingue e diritti

Negli Atti della VII edizione della «Piazza delle Lingue» (14-16 novembre 2013), dedicata a «Lingue ...