Giacomo Leopardi

Appressamento della morte

Edizione critica a cura di Lorenza Posfortunato

L'Appressamento della morte fu composta da Leopardi tra la fine di novembre e i primi di dicembre del 1816, come si desume da due sue annotazioni.
La cantica non fu compresa nella successiva lista delle opere del 1826, né mai tra quelle da lui «approvate».
Nonostante un tentativo di pubblicazione compiuto poco dopo la sua composizione, rimase inedita in vita del poeta.
La presente edizione ha lo scopo, oltre che di stabilire le relazioni fra i veri testimoni, di far conoscere l'autografo napoletano e il lavoro di Leopardi intorno ad esso.

Dall'Introduzione

Libri correlati

NELLA STESSA COLLANA

Sonetti di Francesco Cei

Dopo vari studi sulla tradizione e sui contenuti del corpus di rime di Francesco Cei (96 sone...

Rime di Pietro de' Faitinelli

Il notaio lucchese Pietro de’ Faitinelli, detto Mugnone (1280-90 ca.-23 novembre 1349) è autore di u...

Le Rime di Onesto da Bologna

Sotto il nome di Onesto da Bologna si leggono nei manoscritti due canzoni, una ballata, venti sonett...