Il trattato de la spera

Volgarizzato da Zucchero Bencivenni

Edizione critica a cura di Gabriella Ronchi

Di tanti volgarizzamenti sappiamo poco, a volte nulla, di loro ci è noto solo il nome legato a una o più opere, nessun tipo di tradizione indiretta fornisce notizie al loro rigaurdo: nel Trecento, come bene annota Maggini, «il nome volgarizzatore perdeva troppo d'importanza di fronte al testo tradotto; non si pensava ancora al valore artistico di una traduzione».
Al novero di questi letterati appartiene anche Zucchero Bencivenni, che pure svolse senza dubbio un ruolo importante nella evoluzione della cultura e del pensiero medievale.

Dall'«Introduzione»

Libri correlati

NELLA STESSA COLLANA

Sonetti di Francesco Cei

Dopo vari studi sulla tradizione e sui contenuti del corpus di rime di Francesco Cei (96 sone...

Rime di Pietro de' Faitinelli

Il notaio lucchese Pietro de’ Faitinelli, detto Mugnone (1280-90 ca.-23 novembre 1349) è autore di u...

Le Rime di Onesto da Bologna

Sotto il nome di Onesto da Bologna si leggono nei manoscritti due canzoni, una ballata, venti sonett...