Jacqueline Visconti

Studi su testi giuridici. Norme, sentenze, traduzione

Il volume esplora l'affascinante terra di frontiera tra lingua e diritto in una prospettiva interdisciplinare che consente di mettere pienamente a fuoco idee sviluppatesi nel corso di decenni di progetti di ricerca e collaborazioni con giuristi, avvocati e magistrati. I vari capitoli pongono in evidenza come la lingua del diritto si componga, da un lato, di strutture e consuetudini linguistiche radicate, dall'altro di termini via via entrati, in epoche diverse, attraverso la circolazione di nuovi modelli giuridici. L'insieme risulta d'altra parte di particolare attualità per l'attenzione al testo giudiziario, alle sentenze e agli atti di parti (tradizionalmente meno studiati rispetto al testo normativo) e alle questioni relative alla chiarezza degli atti del processo, considerata sempre più strumento essenziale per l'efficienza e la qualità di un moderno sistema di giustizia. Il taglio, al contempo testuale e contrastivo, risulta significativamente produttivo per lo studio dei linguaggi specialistici: l'analisi testuale rivela, tra l'altro, il ruolo fondamentale di categorie spesso trascurate, quali preposizioni, indicatori aspettuali e modali e soprattutto congiunzioni.

Approfondimenti

Indice
alcune pagine (pdf)

Libri correlati

NELLA STESSA COLLANA

Lingua e processo

Ancora un incontro tra linguisti e giuristi che si sono di nuovo ritrovati nella Villa di Castello, ...

La lingua di Galileo

L’Accademia della Crusca ha concluso le iniziative per il IV centenario dell’“invenzione” del cannoc...

Il secolo artusiano

Il volume raccoglie gli Atti del convegno “Il secolo artusiano”, svoltosi dal 30 marzo al 2 aprile 2...